IGOR KOVALSKY

TU SEI L’AGENTE DI IGOR

Informazioni generali

Igor Kovalsky è un tenore già avanti negli anni, ma ancora con numerosi ammiratori, sebbene nell'ultimo paio d'anni gli siano stati affidati solo ruoli secondari.

Il Teatro Comunale di Reggio Emilia, nell'ambito dell'organizzazione del Festival annuale, ha in programma una Tosca, che dovrebbe andare in scena fra sei settimane.

Igor Kovalsky ha cantato varie volte in passato a Reggio e sempre con un discreto successo.

Generalmente il ruolo di tenore in Tosca è considerato come un'investitura per un giovane tenore, ma la voce di Igor Kovalsky è ancora splendida, soprattutto in rapporto all'età, ed inoltre Igor Kovalsky conosce molto bene la parte, avendola cantata varie volte.

Tre giorni fa Igor Kovalsky è stato informato dal Teatro Comunale che volevano parlargli circa un'eventuale sua scrittura per il ruolo di tenore nella Tosca.

In seguito a quella chiamata è stato previsto un incontro tra l'agente di Igor Kovalsky e il Business Manager del Teatro Comunale.

Il giovane tenore che l'anno scorso ha cantato in Tosca per il Teatro Comunale è stato pagato più di 10.000 euro a serata (per 10 repliche), mentre quattro anni fa, per lo stesso ruolo, Igor Kovalsky aveva ricevuto dal Teatro Comunale 9.000 euro a serata (per 15 repliche).

L'ultima volta che Igor Kovalsky ha cantato per il Teatro Comunale di Reggio risale a 2 anni fa, in un ruolo secondario proprio in Tosca, e ha ricevuto 5.000 euro a serata (per 2 sole rappresentazioni) e critiche abbastanza favorevoli.

Benché sia difficile generalizzare, gli artisti che eseguono i ruoli principali in opere di questo tipo di solito sono pagati almeno il doppio dei cantanti a cui sono affidati ruoli secondari.

header unreal emotional training

Informazioni riservate all’AGENTE DI IGOR

Sei appena diventato partner di un’agenzia che gestisce l'attività professionale di grandi artisti.


Igor Kovalsky non è certo uno dei Clienti più importanti, ma intendi svolgere bene questo tuo primo incarico come partner, soprattutto perché ti interessa molto espandere l'attività dell'agenzia nel campo della lirica. 


Questo è il primo anno che ti occupi del cliente Igor Kovalsky. Ieri lo hai incontrato: è un tenore che, nonostante non sia più giovane, ha ancora una bella voce.


Durante il colloquio hai raccolto le seguenti informazioni.


Igor Kovalsky non ottiene un ruolo da protagonista da oltre 3 anni, ma ha cantato spesso in ruoli secondari.


La sua popolarità sta declinando.


Il Teatro Comunale di Reggio Emilia, per il quale Igor ha già cantato varie volte nel corso della sua carriera, sta allestendo una Tosca (18 repliche previste) che dovrebbe andare in scena fra sei settimane.


Quando, alcune settimane fa, sono usciti i nomi degli artisti ingaggiati per la Tosca, salvo quello per la parte principale, hai suggerito a Igor di incontrare il Direttore Artistico in una serata di beneficenza, per sapere se quel ruolo fosse effettivamente libero.


Generalmente quel ruolo è considerato come un premio per un giovane tenore, ma Kovalsky conosce bene la partitura avendola cantata varie volte.


Kovalsky, pur ostentando un certo distacco nell’incontro “casuale” con il Direttore Artistico, ha “incassato” un interesse preliminare da parte del Teatro per una scrittura per il ruolo di tenore principale (anche se sembrano in parola con un giovane tenore, vedrebbero di buon grado il nome di Kovalsky, capace ancora oggi di un certo richiamo verso il pubblico); la notizia è abbastanza strana, in quanto i Teatri principali (come il Comunale di Reggio Emilia) hanno solitamente già completato il cartellone con i nomi degli artisti.


A essere maligni si potrebbe pensare che qualcuno li abbia lasciati a piedi, anche se non vi risultano voci di corridoio a tal proposito.


Quale che sia il motivo di questa richiesta, per Kovalsky è stata una grande soddisfazione che il Teatro Comunale di Reggio Emilia abbia pensato a lui; è un modo per riavvicinarsi al grande pubblico.


Quel ruolo sarebbe il segno di un suo ritorno ai massimi livelli, e soprattutto gli darebbe la possibilità di conquistare uno spazio di rilievo in un prossimo special televisivo, che gli farebbe guadagnare circa 25.000 euro e probabilmente gli procurerebbe molte altre scritture.

Kovalsky ti ha informato che tiene molto ad ottenere la parte: il compenso non è quindi la priorità, anche se il cachet per un ruolo principale è circa doppio rispetto a quello per ruoli secondari.


In tali ruoli Igor Kovalsky ha percepito negli ultimi due anni da 4.000 a 7.000 euro a serata.


L’opportunità di tornare con un ruolo principale ha un valore economico, ma soprattutto motivi di orgoglio professionale, reputazione e possibili riflessi su contratti futuri; per questo è importante ottenere una quotazione elevata.


Quattro anni fa, all'apice della sua carriera, aveva ottenuto 9.000 euro (per 15 repliche) per il ruolo principale in Tosca proprio a Reggio.


Da allora, a causa della accresciuta popolarità dell'opera lirica, i cachet dei più prestigiosi cantanti lirici sono molto aumentati.


Il giovane ed inesperto tenore al quale il Teatro Comunale ha affidato il medesimo ruolo l'anno scorso è stato pagato, stando ai "si dice", più di 10.000 euro a serata (per 10 repliche).


L'ultima volta che Kovalsky ha cantato per il Teatro di Reggio risale a 2 anni fa, in un ruolo secondario, ed ha ricevuto 5.000 (per 2 sole repliche) e critiche positive.


Kovalsky aveva programmato almeno un paio di impegni per il periodo in questione (anche se entrambi non ancora confermati): una breve tournée in Giappone, con un cachet molto elevato (16.000 euro a serata) per un ruolo secondario nell’Otello, e la possibile incisione di un disco con la Filarmonica di Vienna, per un ruolo secondario ma di tutto rispetto in un’opera Wagneriana.


Il ruolo ad alta visibilità nell’Otello ed il relativo compenso si giustificano per il mercato giapponese, decisamente “drogato”, nel quale Kovalsky mantiene un buon livello di popolarità. Purtroppo sono solo 3 le repliche.


Pur trattandosi di un’occasione “spot”, dire di no alla tournée in Giappone potrebbe incrinare i rapporti con gli organizzatori locali e finire per precludere altre collaborazioni per il futuro.


Mentre sulla tournée giapponese il contratto è già pronto e manca solo l’accettazione da parte di Kovalsky (che sta prendendo tempo per vagliare le alternative), per l’incisione la situazione è meno definita, e l’accordo potrebbe saltare, oppure essere rinviato di qualche mese.


Nell’eventualità che si dovesse concretizzare la cosa, sarebbe però un peccato perdere l’occasione, sia per i ritorni economici (l’incisione entrerebbe in un cofanetto speciale per l’Anniversario Wagneriano, con lancio pubblicitario e vendite con relativi ritorni, per diritti d’autore, di grande interesse) sia per la relazione con l’importante casa discografica.


E' prevista una riunione per oggi, durante la quale tu, in qualità di agente di Igor Kovalsky, ti incontrerai con il business manager del Teatro Comunale. Ti auguri che il tuo interlocutore abbia l'autorità per concludere un accordo.

UNREAL - name - GR - (20cm).png

© 2021 UNREAL | Copiare non serve, lavora con noi.