© 2019 UNREAL | Copiare non serve, lavora con noi.

  • linkedin-56

Emozionando

Tra le varie funzioni che assolvono nella nostra vita,
quella più sorprendente è sicuramente la loro capacità di facilitare e accelerare il processo di apprendimento. Perché un evento associato ad un’emozione crea un solco più profondo
(una sinapsi più solida) all’interno del nostro cervello.

Il che rende l’evento più facile da ricordare, soprattutto nei momenti in cui serve. Trasportiamo questo concetto nell’ambiente didattico: le emozioni hanno origine dal successo o dal fallimento in un’attività in aula, dalla efficace o dalla mancata interazione con gli altri, o, più a monte, dal format stesso, concepito per generare un forte impatto sui partecipanti.

Il nostro compito in qualità di facilitatori è quello di favorire l’espressione delle emozioni attraverso le dinamiche più appropriate, di far acquisire la consapevolezza dei suoi effetti, di stimolare l’esigenza di comportamenti alternativi.

Il nostro compito in qualità di trainer è quello di fornire gli strumenti, i modelli, le didattiche nel momento più opportuno, quando i partecipanti sono più sensibili all’esigenza di un cambiamento comportamentale.

L’utilizzo delle emozioni ha dunque la virtù di influenzare il processo di cambiamento individuale, in termini di profondità e di persistenza delle nuove convinzioni. L’intensità che si vuole raggiungere nel contesto formativo dipende principalmente da tre fattori: la tipologia di percorso scelto; la scelta aziendale; la disponibilità dei partecipanti a mettersi in gioco.